Brazzaville

Il mausoleo di Pietro Savorgnan di Brazzà  a Brazzaville.

Sotto l'impulso del ministro dell'istruzione pubblica, Jules Ferry, il governo francese autorizzò una seconda missione (1879-1882) in collaborazione con Antoine Mizon, per contrastare gli interessi coloniali belgi sul continente africano. Finanziato dalla Société Franà§aise de Géographie come parte dei ministeri della marina, degli affari esteri e dell'istruzione pubblica, la seconda missione fu nettamente più fruttuosa. Partito il 27 dicembre 1879, di Brazzà  raggiunse il fiume Congo nel 1880. Propose al re Makoko di Mbe dei Bateke di porre il suo regno sotto la protezione della Francia. Makoko, spinto da interessi commerciali e dalla possibilità  di indebolire i suoi rivali, firmò il trattato, permettendo anche un insediamento francese a Nkuna sul fiume Congo, che verrà  chiamato più tardi Brazzaville. Tentando di raggiungere l'oceano da Franceville, di Brazzà  scopre casualmente il fine principale delle sue ricerche: le sorgenti dell'Ogooué.

Di ritorno in Francia, di Brazzà  pubblicizzò le sue scoperte grazie a un buon numero di riunioni pubbliche e stampa. Il 30 novembre 1882, la legge che ratifica il trattato d'amicizia, firmato dal re Makoko di Mbe e di Brazzà , fu promulgata. Le regioni scoperte furono di fatto assegnate sotto protettorato francese. Un mese più tardi, vennero approvati i fondi per una nuova spedizione. In novembre 1885, di Brazzà  fu nominato commissario generale del Congo francese. Alcuni giornalisti parlarono dei salari rispettabili e delle condizioni umane che contrastavano con il regime personale di Leopoldo II sull'altra riva del Congo. Ma il suo successo gli procurò anche inimicizie e fu sottoposto ad una campagna intensa di denigrazione.

Nella stessa città  di Brazzaville gli furono dedicate l'università , la via principale, un liceo. Il 6 dicembre 2005 fu posata la prima pietra del mausoleo destinato ad ospitare le sue spoglie nella capitale del Congo.

Il 3 ottobre 2006 Francia e Congo hanno tributato omaggio solenne all'esploratore, in una cerimonia a cui hanno partecipato re, tribù e capi di Stato, e durante la quale le spoglie di Pietro Savorgnan di Brazzà , traslate da Algeri, sono state deposte nel mausoleo di Brazzaville a lui dedicato.

Pubblicato da:
Contatta l'autore Webmanager Vivimoruzzo.it
specialistaweb.it

Paese e Borghi

Moruzzo - borghi: S. Ippolito, Calcina, Pegoraro Coranzano, Modotto, Monti, Muriacco,  Carbonaria, Tampognacco

Brazzacco (frazione) -  borghi:Colmalisio, S. Andrea, Nonesso

Santa Margherita  (frazione) - borghi: Telezae, Lavia

Alinicco (frazione)



Comunità  Collinare Fvg