Via Casali Milano e la sua storia.

di Luigi Anzil

Moruzzo, li giugno 2011

Dall’incrocio della strada provinciale dei colli, chiamato Cjuie, sull’estremo lato est parte una strada che, in direzione sud dopo aver costeggiato per un lungo tratto il muro di recinzione della Villa delle Rose Casa Lizzi e Casa Buttazzoni e un gruppetto di altre nuove abitazioni, conduce, a quasi un Km più avanti, all’antico Borgo Coranzano.

Questa strada oggi si chiama Via Coranzano.

Sulla targa della segnaletica stradale, vi è anche riportato l’antico nome della stessa in lingua friulana: “strade di Coronà§an”, mentre è risputo da tutti che il suo antico nome è “Via Casali Milano”, nome quest’ultimo, che non ha nulla a che vedere con la città  di Milano.

Questa la storia: anticamente sul colle ove sorge tuttora Villa delle Rose un maso di proprietà  di un arimanno, di probabile origine slava di nome Mìlan.

(Arimanno dal Longobardo uomo dell’esercito). Gli Arimanni erano guerrieri che dal re al posto della paga avevano in concessione terreni coltivabili chiamati Arimania. Solitamente si trattava di terreni da coltivare, fertili, con un’ampiezza di circa 25 campi attuali. (Gli Arimanni in Friuli sopravvissero fino al 700)

Pertanto il colle ove sorgeva il Maso, prese il nome di “cuel Milan” dal nome del proprietario e dalla famiglia che probabilmente per qualche secolo vi abitò.

Altrettanto, quindi, si può dire del tratto di strada che, dall’incrocio “Rive de Cjuie” passando sotto il colle porta all’antico Borgo Coranzano.

Si presume che già  da allora abbia perciò acquisito il nome di Casali Milan, in seguito italianizzato, erroneamente, in Casali Milano.

Non ci è dato di sapere quando tutta l’Arimannia Milan, che comprendeva il colle e le campagne sottostanti ad est dello stesso (la palude, le campagne dette “Gimularie”) è stata acquistata dai Conti Arcoloniani, signori di Moruzzo e di Coranzano.

In seguito la proprietà  passò ai Conti di Codroipo, anch’essi signori di Moruzzo e proprietari del castello. Per finire nel 1866 diventò proprietario il Conte Giovanni Gloppero di Troppemburg.

Da quanto risulta dai documenti dell’archivio Notarile Distrettuale di Udine, nell’ottobre 1929 l’architetto Elia Benvenuto Fior acquista, dai Conti Andrea e Francesco Gloppero di Moruzzo, la Prediale Colle Milano.

Nel gennaio 1930 previo nulla osta del Comune di Moruzzo ebbero inizio i lavori per la costruzione di Villa delle Rose.

Durante gli scavi per le fondamenta sono emersi molti reperti che non lasciavano dubbi sull’esistenza in loco di un grande maso. E’ auspicabile che venga ricontrollata tutta la toponomastica e, oltre a Via Casali Milano, venga posto rimedio anche ad altre vie, che sono diverse, il cui nome è del tutto fuori luogo.

(Le note documentarie sono state tratte dall’archivio Territoriale e Mandamentale Notarile di Udine.)

Paese e Borghi

Moruzzo - borghi: S. Ippolito, Calcina, Pegoraro Coranzano, Modotto, Monti, Muriacco,  Carbonaria, Tampognacco

Brazzacco (frazione) -  borghi:Colmalisio, S. Andrea, Nonesso

Santa Margherita  (frazione) - borghi: Telezae, Lavia

Alinicco (frazione)



Comunità  Collinare Fvg